La Settimana di Pasqua a Corigliano e Rossano

 

La Settimana Santa inizia con l’ingresso di Gesù a Gerusalemme descritto nei Vangeli di Marco, Matteo, Luca e Giovanni.

Matteo:

21.6 – I discepoli andarono e fecero quello che aveva ordinato loro Gesù: condussero l’asina e il puledro, misero su di essi i mantelli ed egli vi si pose a sedere. La folla numerosissima stese i suoi mantelli sulla strada mentre altri tagliavano rami dagli alberi e li stendevano sulla via. La folla che andava innanzi e quella che veniva dietro, gridava:

Osanna al figlio di Davide! / Benedetto colui che viene nel nome del Signore! / Osanna nel più alto dei cieli!

Nel Codice Purpureo di Rossano è possibile ammirare la miniatura che descrive questo passo del Vangelo:

 

Attraverso i ricordi di Mario Rizzo sappiamo di come era vissuta la Pasqua a Rossano fino alla metà del ‘900.

Mario Rizzo. La Pasqua a Rossano. da Mario Rizzo, Rossano ricordi di altri tempi. Ed. MIT, Cosenza 1989

altre descrizioni e notizie sulla Settimana Santa a Rossano e nel Circondario di possono leggere in:

Marco Le Fosse. PASQUA A CORIGLIANO E ROSSANO, su CalabriaOra, 1.4.2012

Luigi Renzo. Folklore e cultura popolare nelle usanze di Pasqua. Nuova Rossano 1978

Luigi Renzo, La Pasqua nella Diocesi di Rossano. da Religiosità e cultura popolare nel rossanese. Ed. Effesette Cosenza 1981

Francesco Verardi. I Flagellanti, I Vattienti a Corigliano

Festività della S. Pasqua a Cropalati. in Nuova Rossano 1956, n. 7

Pasqua lieta rossanese e Pasqua triste. Nuova Rossano 1957, n. 8

Giovedì e Venerdì Santo a Corigliano. in Nuova Rossano 1940, n. 6

Infine Mattia Preti, artista calabrese del XVII secolo, così ha raffigurato la Resurrezione di Cristo:

dolci pasquali rossanesi

VIDEO:

 

 

 

 

 

 

 

A CORIGLIANO CALABRO