Il Calabrese Rigenerato. Giornale Scientifico Politico Letterario

Il 15 febbraio 1848 vede la luce  Il Calabrese Rigenerato, giornale politico scientifico-letterario con un programma moderato. «Con la modestia che gli è propria [Il Calabrese] svelerà l’esigenza dei tempi, i mezzi più acconci a sopperirle, gli ostacoli che vi si tramezzano, il ruolo di allontanarli. E poiché il benessere di ogni nazione non può giammai conseguirsi o essere durevole se non s’informa il cuore e la mente dei cittadini, la popolare istruzione sarà anche sua mira precipua».

Il direttore e fondatore è Alessandro Conflenti (Rogliano 1817-Cosenza 1881), uno dei collaboratori e animatori della precedente testata Il Calabreseal quale si collega idealmente e direttamente la nuova esperienza. I numeri del Il Calabrese Rigenerato portano infatti l’indicazione «anno sesto». La sua durata è breve: soltanto 11 numeri dal 15 febbraio al 14 maggio 1848. Collaborano alla testata diverse personalità: letterati, politici, giornalisti di diversa estrazione; da Biagio Miraglia da Strongoli, a Luigi Miceli, da Francesco Saverio Salfi a Raffaele Valentini, a Lorenzo e Paolo Greco, a Francesco Maria Scaglione, a Vincenzo Dorsa.

da Mario Grandinetti. Giornali del Risorgimento in Calabria. Rivista Calabrese di Storia del ‘900 – 2, 2011, pp. 27-36

 

CONDIZIONI

 

N.2

 

N.3

 

n.4 15.02.1848

 

n.4   02.04.1848

 

n.5

 

n.6

 

n.7

 

n.8

 

n.9

 

n.10

 

Mario Grandinetti. Giornali del Risorgimento in Calabria. Rivista Calabrese di Storia del ‘900 – 2, 2011, pp. 27-36